News-It-2011-3

Daniela Schifano racconta la XV Mostra Bonsai & Suiseki "Città di Frascati"

7 - 9 Giugno 2013
 
XV Mostra Bonsai & Suiseki  "Città di Frascati"

Palazzo Comunale di Frascati 
Roma

 

Resoconto a cura di Daniela Schifano 

L'edizione di quest'anno della annuale "Mostra bonsai & suiseki Città di Frascati" ha voluto offrire una possibilità inconsueta, in Italia, quella di avere a disposizione un ospite giapponese, Mr. Toshiro Ogawa, come giudice unico e soprattutto come fonte di conoscenze e di esperienza pratica diretta. La mostra, organizzata come sempre dai membri del Bonsai Club Castelli Romani, di cui sono socia, è stata ancora una volta ospitata nelle sale affrescate del Comune di Frascati, grazie alla disponibilità del Sindaco Stefano Di Tommaso. Ci hanno affiancato gli amici della Scuola Sogetsu di Ikebana e della Scuola Italiana di Shodo Bokushin, con i quali ormai è nato un sodalizio sperimentato.

Per gli appassionati di bonsai, sono stati due giorni di pratica continua, complice il bel tempo che ci ha permesso di usufruire della splendida terrazza affacciata sulla piazza di Frascati e su Roma.
Coadiuvato dalla sig.ra Sawa Nakamura, traduttrice infaticabile, Mr. Ogawa,
che attualmente insegna bonsai all’Università di Shogai nella Provincia di Chiba, ha dispensato insegnamenti pratici nelle due giornate di workshop, lavorando le piante dei Soci. Ma ha anche commentato i bonsai esposti, aiutandoci a comprendere le motivazioni di premi ed esclusioni, dimostrando di riservare una attenzione particolare alle esposizioni.
Penso sia inutile citare qui il lungo curriculum del nostro ospite : mi piace solo dire che Maestro è colui che attua la condivisione e non la critica.

La mostra, come nei precedenti anni, ha ospitato gli amici della scuola  di Shodo Bokushin e della scuola di Ikebana Sogetsu di Roma : entrambe le scuole hanno abbellito gli ambienti della mostra con calligrafie elegantemente montate e splendide creazioni fiorite, ed hanno effettuato dimostrazioni delle loro arti. Lucio Farinelli ha creato in diretta alcuni raffinati ikebana, mentre il Maestro giapponese Nagayama ha "scritto" sul pavimento della Sala Consiliare, tra gli applausi del pubblico che hanno ammirato la fluidità artistica del gesto.

Luoghi e momenti della mostra :
   

La saletta riservata alle opere calligrafiche

 

La Sala degli Specchi : i bonsai rubano l'attenzione alle opere d'arte

 
   

Lucio Farinelli durante la sua dimostrazione

 

Giardino vuoto
 

 
 
   

... bellezze in mostra !

 

Un altro scorcio della Sala degli Specchi

 
 
   

Delicatezza, raffinatezza, semplicità nell'arte di Lucio Farinelli

 

Dopo due edizioni consecutive, quest'anno il suiseki è rimasto orfano della presenza di Luciana Queirolo, impegnata in altro evento. Come socio dell'Associazione, il Bonsai Club Castelli Romani ha comunque richiesto il Patrocinio A.I.A.S. ed ho avuto l'onore di essere delegata, come membro del Consiglio Direttivo, per l'assegnazione della Targa di Merito A.I.A.S..
La gradevole sorpresa ci è stata però riservata da Mr. Ogawa, che ha accettato la nostra richiesta di essere giudice anche per i suiseki, conoscendo in modo approfondito anche quest'arte. Grande quindi era l'attesa di tutti d'ascoltare le sue impressioni, i suoi commenti, con la speranza di porre domande precise.
Molte le persone che hanno seguito il suo intervento, che è iniziato con questa importante premessa : "Quando mi è stato chiesto di giudicare anche i suiseki, ho pensato che ci sarebbero state pietre vistose, e magari solo due o tre. Quindi, grande è stata la mia sorpresa, per il numero e per la qualità, perchè tutte le pietre sono di alto livello, pari a quello di una mostra giapponese. Anche i daiza sono molto ben realizzati.  E' stato difficile premiarne una, ma ho scelto valutando sia la pietra migliore sia l'allestimento."
I suiseki esposti erano 11, e su ognuno di essi Mr. Ogawa si è soffermato definendone per prima cosa la categoria, utilizzando la

nomenclatura giapponese, che ormai ben conosciamo. Per ogni tokonoma, ha poi sottolineato ciò che si poteva migliore, esaminando tavolo, scroll ed erba di compagnia. A mio parere, è scaturita una analisi non molto dissimile da quelle che ho ascoltato dai nostri esperti italiani, e su cui concordavo.
Le sue osservazioni, infatti, hanno posto l'attenzione su erbe troppo grandi o tavoli troppo massicci, scroll non idonei per misure o direzionalità, mentre non ha criticato le esposizioni senza scroll, da cui ho dedotto che non c'è un divieto assoluto nell'utilizzo di un kakejiku, ma che la sua assenza non è penalizzante.
A sinistra, kinzan-seki o shimagata-ishi ?

L'avremmo trattenuto a lungo, le domande potevano essere infinite, ma i bonsaisti hanno presto reclamato la presenza del nostro ospite ! Ma voglio riferire due osservazioni che sono state per me degne di riflessione. Commentando l'unico multiplo presentato, Mr. Ogawa ha affermato che le pietre dovrebbero essere di misure diverse. Inoltre, davanti ad una pietra esposta su suiban e sabbia, egli l'ha definita Yamagata-ishi / Kinzan-seki e questa definizione della categoria mi ha permesso di dedurre che una pietra montagna può essere esposta su suiban. Interrogato al proposito,  la risposta è stata : "Sì, in tutte le stagioni, se la sabbia è asciutta. Una pietra isola, invece, è meglio esporla con sabbia e acqua, e solo in estate."

Come giudice unico della sezione Suiseki, Mr. Ogawa ha assegnato, tra le undici pietre in concorso, il premio del club "Migliore suiseki" alla pietra Toyama-ishi presentata da Daniela Schifano "La dimora della Tigre Bianca". La mia scelta invece, per l'assegnazione della targa A.I.A.S. per il patrocinio richiesto dal club, è andata al suiseki presentato  da  Paco Donato, una pietra cascata di origine ligure. Il premio “Bonsai Suiseki Magazine“ è stato assegnato da Carlo Scafuri, come presidente del Napoli Bonsai Club, al suiseki "La preghiera del tamburo dell'abbondanza", presentato da Umberti Ziniti, una pietra figura ligure. Un altro riconoscimento mi ha permesso infine di premiare un'altra pietra meritevole : per il premio "Italiansuiseki" io e Felice Colombari abbiamo selezionato la Yamagata-ishi presentata dal Napoli Bonsai Club, anche a voler sottolineare lo spirito collaborativo dei Soci del Club.

 
I suiseki in mostra
 

 

Premio B.C.C.R. 2013 "Migliore suiseki"
Daniela Schifano
 Bonsai Club Castelli Romani
 "La dimora della Tigre Bianca"
Pietra paesaggio - Toyama-ishi
Giappone
 

 

Targa di merito A.I.A.S. "Migliore suiseki"
Paco Donato
 Bonsai Club Castelli Romani
Pietra paesaggio - Taki-ishi
Liguria

 

 

Premio  “Bonsai Suiseki Magazine“
Umberto Ziniti

Napoli Bonsai Club

  "La preghiera del tamburo dell'abbondanza"
Pietra Figura - Sugata-ishi
Liguria
 
 
 

 

Premio "Italiansuiseki"
Napoli Bonsai Club
 Pietra paesaggio - Yamagata-ishi
Liguria
 

 

Giuseppe Cordone
Bonsai Club Castelli Romani
Pietra paesaggio - Doha-ishi
 Liguria
 

 
Mr. Ninh Huu Hiep
A.I.A.S.
Pietra paesaggio - Mizutamari-ishi
Vietnam

Filippo Lanfranchi
Associazione Culturale Roma Bonsai
Espositore multiplo

 

 

 

 

Antonio Marino
Napoli Bonsai Club
  Pietra oggetto - Pietra Capanna
Toscana
 

 

Cosimo Pepe
Scuola d'Arte Bonsai
  Pietra oggetto - Sugata-ishi
"Yuri Ko No Yume (Sognando Giulia)"
Liguria
 

 

Carlo Rocchetti
Bonsai Club Castelli Romani
Pietra biseki
 Cina

 

 

Giovanni Vegliandi
Bonsai Club Cosenza
 Pietra paesaggio 
Liguria

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La II Mostra del Coordinamento Bonsaisti Siciliani


Pubblichiamo le parole del presidente del Coordinamento Bonsaisti Siciliani Francesco La Rosa, sulla seconda Mostra del Coordinamento Bonsaisti Siciliani.

Il Club organizzatore, il
Bonsai Club Messina, nuovo socio AIAS, ha richiesto il patrocinio A.I.A.S. e la targa messa a disposizione per l'evento è stata assegnata ad un suiseki siciliano di Domenico Abate, "L'attesa del cormorano", nella foto a destra.
 

 "Il 25 e 26 maggio 2013 si è svolta la seconda Mostra del Coordinamento Bonsaisti Siciliani presso il Palacultura di Messina. La manifestazione organizzata dal "Bonsai Club Messina" è stata patrocinata dall'U.B.I. - Unione Bonsaisti Italiani, dall'A.I.A.S. - Associazione Italiana Amatori Suiseki , dall' I.B.S. - Collegio Nazionale Istruttori Bonsai e Suiseki ,dal B.C.I. - Bonsai Club International e dallo stesso Coordinamento Bonsaisti Siciliani.

Alla mostra-concorso hanno partecipato tutti i club siciliani appartenenti al Coordinamento che dal 2008 costituisce un momento di incontro e di aggregazione per tutti gli appassionati siciliani.

La mostra è stata perfettamente allestita con 24 bonsai in altrettanti spazi espositivi e con 10 spazi dedicati ai suiseki. L'evento è stato inaugurato dal Dr. Giuseppe Previti - Presidente del Consiglio Comunale di Messina il quale ha pronunciato parole di elogio per il Presidente del club Giuseppe Sfravara e per tutti i soci del Bonsai Club Messina per l'iniziativa e per l'impegno profuso nell'organizzare una manifestazione che rende merito alla diffusione della nobile arte del bonsai e del suiseki nella città di Messina e nei territori viciniori.
All'interno della mostra si è svolto anche il concorso per il "Talento Siciliano" al quale hanno partecipato Michele Cotugno del Bonsai Club Messina e Giovanni Dioguardi del Bonsai Club Palermo .
Il Maestro Michele Andolfo chiamato a valutare le opere,dopo aver esposto ad un vasto pubblico la tecnica,l'estetica , la prospettiva adottata dai due bonsaisti ma soprattutto come i due concorrenti hanno interpretato esattamente l'aspetto "femminile" della pianta, ha decretato la vittoria del lavoro eseguito da Giovanni Dioguardi pur ritenendo valida anche l'opera di Michele Cotugno.
Nelle due ore successive,il Maestro Andolfo ha anche invitato i dimostratori Paolo Miano ed il duo Sebastiano Villante - Giovanni Mugnas per descrivere,interpretare e dare contezza al pubblico delle loro lavorazioni : Paolo Miano su un particolare Corbezolo e Villante-Mugnas su un Ginepro rastrera.Una perla alla manifestazione l'ha aggiunta Chiara Padrini che con la sua conferenza su :"Nozioni di base dei suiseki" ha calamitato l'attenzione e la curiosità del vasto pubblico presente manifestando una profonda conoscenza dell'argomento che le deriva dalle numerose conferenze tenute in tutta Europa e soprattutto in Estremo Oriente .
Altro fiore all'occhiello della manifestazione è stato l'autorevole presenza del Maestro Michele Andolfo che,dopo aver espresso parole di elogio nei confronti del Presidente Pippo Sfravara e dei suoi soci per i risultati raggiunti, ha illustrato agli spettatori con grande lucidità,chiarerzza e dovizie di particolari il suo "Studio e Progetto" su un pino silvestre insistendo non poco sull'estetica dei bonsai dimostrando in tal modo tutta la sua grande esperienza,la sua professionalità e la sua capacità nell'interpretazione dei bonsai ; doti ormai famose sia in Italia che all'estero.
Inoltre per valutare ed assegnare i premi per i bonsai sono stati invitati come giudici lo stesso Maestro Michele Andolfo ed il Consigliere U.B.I. Fabrizio Petruzzello e per i suiseki Chiara Padrini. I vincitori dei moltissimi premi messi in palio sono stati :

Targa Coordinamento Bonsaisti Siciliani per i suiseki   - Ignazio Amenta

Targa Coordinamento Bonsaisti Siciliani per i bonsai    - Pietro Sampirisi - Lantana

Bonsai più votato dal pubblico                                    - Pietro Sampirisi - Lantana

Targa Presidente U.B.I.                                              - Vincenzo Mezzasalma - Olivastro

Premio Scuola Chiara Padrini per suiseki                     -  Francesco La Rosa

Targa I.B.S. per il miglior suiseki                                 -  Mimmo Abate

Targa I.B.S. per il miglior bonsai                                  -  Giuseppe Bisignani - Mirto

Premio A.I.A.S.                                                          -  Mimmo Abate
Trofeo " Memorial Alfio Ragazzi "                                 -  Paolo Miano - Olivastro
Bonsai più votato dal pubblico                                      - Sebano Accetta - Quercia
Miglior suiseki votato dal pubblico                                - Turi Giarratana
1° Premio bonsai                                                        - Vito Miano - Ginepro fenicio
2° Premio bonsai                                                        - Ignazio Amenta - Erica arborea
3° Premio bonsai                                                        - Vincenzo Mezzasalma - Olivastro
Premio B.C.I. per il bonsai                                           - Vito Miano - Ginepro fenicio
Premio B.C.I. per il suiseki                                          - Mimmo Abate

 

Alle ore 18,00 con grande soddisfazione di tutti i soci del Bonsai Club Messina per il successo raggiunto,si è chiusa la manifestazione ed il Presidente ha dato l' appuntamento per la terza edizione della Mostra del Coordinamento nel 2014.

Un grande ringraziamento va attribuito al Bonsai Club Messina ed in modo particolare al suo Presidente Pippo Sfravara ed ai suoi soci che con la loro perfetta organizzazione e la loro ospitalità hanno contribuito non poco al successo della manifestazione ed hanno così permesso a tutti i soci del Coordinamento di trascorrere ore liete di svago e di divertimento e,come sottolineato dal Maestro Andolfo : " assicurando con queste iniziative una costante crescita della città di Messina e di tutta la Sicilia" .
Altro ringraziamento va destinato a tutti i club del Coordinamento che hanno esposto le loro opere contribuendo così a tenere alto il livello qualitativo della manifestazione ed intendendo questo appuntamento annuale come un modo per confrontarsi e scambiare nuove idee e rinnovate esperienze .
Inoltre il successo della mostra è stato determinato  anche dalla presenza di centinaia di visitatori provenienti  da altre città siciliane ed italiane che hanno affollato i locali fin dall'apertura ufficiale dell'evento e che hanno avuto modo di apprezzare e di emozionarsi dinanzi alle opere esposte.
In ultimo l'augurio e la speranza di rivedere presto in Sicilia sia il gradevole Maestro Michele Andolfo sia l'amabile Chiara Padrini che il brioso Fabrizio Petruzzello che con la loro presenza hanno dato lustro alla nostra Terra ."

Francesco La Rosa

   
       
     

 

Il XVII Congresso Nazionale U.B.I.

Vieste (Foggia), 19-21 Aprile 2013

      XVII Congresso Nazionale U.B.I.

Testi e foto di Daniela Schifano

Passaggio di consegne tra Nord e Sud : da Arco di Trento il Congresso Nazionale U.B.I.  si sposta nella accogliente Puglia, organizzato dai club Daunia Bonsai Club di Foggia e Bonsai Club Primo Cielo di Acquaviva delle Fonti di Bari. Calda accoglienza, organizzazione impeccabile ed un ventaglio di proposte turistiche gratuite che hanno permesso ai partecipanti ed ai loro familiari di vivere il Congresso e nel contempo di scoprire un territorio, quello di Vieste, ricco di testimonianze artistiche, culturali e naturalistiche.

Il Congresso U.B.I. era abbinato al primo "Trofeo Vieste Bonsai", ed ha avuto come ospite d'onore il giovane ma affermato maestro Taiga Urushibata, che ha dato vita a numerose dimostrazioni, per la gioia dei bonsaisti presenti : figlio d’arte - suo padre è il Gran Maestro Nobuichi Urushibata - il maestro ha lavorato per tre giorni modellando un Ginepro Fenicio ed un Pino d’Aleppo.

 

Al patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, consolidato ormai da alcuni anni, a dimostrazione che il concetto di Bonsai viene ormai riconosciuto come una forma di espressione artistica, si è aggiunto quest'anno il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.
La partecipazione dei soci U.B.I. è stata numerosa : più di 80 bonsai e 16 suiseki gli esemplari iscritti, quindi si è resa necessaria una selezione, che ha limitato l'ammissione all'ambito Catalogo U.B.I. 2013 ad 80 bonsai ed a 10 suiseki. Per questi ultimi era stata approntata una saletta a parte, ma non tutti hanno trovato posto in questo spazio ed alcuni sono stati sistemati nella sala dedicata ai bonsai.
 

Giudice unico per i suiseki la sig.ra Luciana Queirolo, che ha anche assegnato la Targa A.I.A.S. e la Targa I.B.S., e con la solita disponibilità nel pomeriggio della domenica ha motivato premi ed esclusioni.

Tutti i 16 suiseki sono rimasti esposti in mostra e quindi tra tutti Massimo Bandera ha assegnato la targa "B.C.I. al suiseki" ad una pietra non ammessa a Catalogo.

 

I suiseki ammessi a catalogo :

Premio U.B.I. 2013 per il suiseki
Angelo Attinà
"Paesaggio"
Pietra paesaggio - Liguria
 

Menzione di Merito U.B.I.
Marco Bocci
 

 Menzione di Merito U.B.I.
Daniela Schifano
"Sulla via del Satori"
Pietra oggetto - Liguria
 

 Targa I.B.S.
Bruno Beltrame
"Marmore"
Pietra cascata  - Giappone
 

 Targa A.I.A.S.
Geppino Mauriello
Pietra paesaggio - Liguria
 

Massimo Bandera
Pietra oggetto - Liguria
 

Vito Di Venere
 "Il vecchio ed il mare"
Pietra oggetto - Calabria
 
 

Antonio Marino
"Pietra capanna"
Pietra oggetto 
 

Laura Monni
"Magia a Sesel"
Pietra paesaggio - Liguria
 

Giancarlo Zarotti
"Il saggio"
Pietra oggetto - Emilia Romagna
 
I suiseki non ammessi a catalogo :
 

Premio "BCI"
Domenico Abate
"The flight - Il volo"
Pietra cascata

 

Giuseppe De Vita
"Paesaggio"
Pietra paesaggio - Toscana
 

Filippo Lanfranchi
"Iperbole"
 

Francesco La Rosa
"Oasi"
Pietra oggetto
 
 

Elvira Manuti
"Nido delle aquile"
Pietra paesaggio - Puglia
 
 

Umberto Ziniti
"Pietra montagna"
Pietra paesaggio

Carlo Laghi racconta "Gonzaga 2013"

9a Mostra Mercato
MONDO BONSAI
9-10 Marzo 2013
Fiera Millenaria di Gonzaga (Mantova)
 
 

L’appuntamento con Mondo Bonsai, organizzato dal Club Bonsai Gonzaga, riunisce appassionati di piante e pietre: vengono invitati Club ed Associazioni di mezza Italia. Erano presenti anche diversi rivenditori di vasi, piante, pietre, attrezzatura specifica.

Per noi dell’A.I.A.S., una rimpatriata dove soci parlano, discutono e si confrontono senza l’assillo dei premi, in “amicizia” come dice il Maremmano, nickname ormai internazionale del socio Carlo Maria Galli.

Con notevole sorpresa, venerdì sera appena arrivato, ho incontrato Francesco Artifoni, socio A.I.A.S. di qualche anno fa: interessanti le raccolte di Katane (spade giapponesi) che aveva esposto.

 

    

 
Ci ha raccontato tutto il processo di costruzione delle spade, dalla fusione del metallo, alla forgiatura, affilatura, lucidatura ed alle varie benedizioni delle varie fasi. Le lame hanno un filo impressionante.
 
   
   
 
   

Come lo scorso anno, era presente anche la signora Sonia con le sue bambole giapponesi, anche lei ci ha spiegato le varie bambole e il loro significato: visto l’insieme, sembrava una piccola corte con imperatore e consorte.

Notevoli le sete ed i colori dei Kimono in mostra.

 

   

I kimono esposti

  Sonia durante la sua relazione sulle bambole giapponesi  

Le bambole di Sonia: uno sguardo d'insieme

 
   

 

Particolari di alcune bambole, da cui si nota la perfezione dei più piccoli particolari

 
   

Per finire, una rassegna di vasi, bicchieri, ciotole in Raku e Gres: 2 ragazze costruivano i vari pezzi partendo dalla parte fluida del materiale di partenza, plasmandola nelle varie tipologia.
Passiamo alla mostra. Sabato mattina dopo aver sistemato pietre e piante, inaugurazione e rinfresco; per la cronaca erano una settantina le pietre esposte.

 
   

 

 

L'allestimento

  L'inaugurazione  

Quante pietre esposte !

 
   
Nel pomeriggio il socio Maccaferri, supportato dal presidente del club organizzatore Laura Redini, ha spiegato il suo modo di costruire i Daiza; accanto il tavolo “SOS Bonsai” con i soci del club Gonzaga al lavoro.  
   

 

 

Ulisse, Laura e ... i daiza

  I soci A.I.A.S.  

La postazione per l'SOS Bonsai

 
   

Domenica mattina continua “SOS Bonsai”  e il sig. Igor Carino (anche lui fu socio Aias) si cimenta nella costruzione di un vaso “pietra di luna”: partendo da una massa fluida, viene plasmata su una pietra rotonda, battuta, asciugata col phon, rifinita ci ha raccontato le varie fasi costruendo una bellissima pietra di luna.

 

 
   

 

Dalla sua costituzione, la rassegna offre agli espositori il vitto: ci sono state offerte le specialità del territorio il tutto innaffiato da ottimo lambrusco.

E sarà stato per questo ottimo vinello... ma ci è sembrato che sia intervenuto un personaggio molto noto !

 

 

 

Il momento delle .... libagioni !

 
   
 

Per finire ai club e alle associazioni, al momento dei saluti, viene offerto un diploma e una confezione di lambrusco etichettato appositamente Mondo Bonsai.

Doveroso un ringraziamento a Laura Redini e a tutto il suo club per l’ottima accoglienza.

Un augurio di guarigione a Chiara, socia del club organizzatore, ed arrivederci al prossimo anno.

 
Carlo Laghi
 
   

I suiseki esposti

 
   

Angelo Attinà
Angelo Attinà
 
   

 

Angelo Attinà
 
Alberto Barduzzi
"Due cime"
 
   

Cinzia Batignani
 "Grotta"
Cinzia Batignani
 "Tapiro"
 
   

Cinzia Batignani
 "Pinguino"
Marco Bellucci

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

Gianni Bonato
Gianni Bonato
 "Grotta"
 
   

Remo Cavalli
 "Dove tutto iniziò"
Flavio Catrani
 "Anatra"
 
 

Felice Colombari
"Capanna"
Felice Colombari
 
   

Felice Colombari
"Altopiano"
Mario Crema
"Pagoda"
 
   

Mario Crema
"Capanna"
Mario Crema
"Cielo stellato"
 
   

 

Amedeo Ducoli
Amedeo Ducoli
 
   
 

Amedeo Ducoli
Amedeo Ducoli
 Un particolare
 
   

Amedeo Ducoli
 Un particolare
Amedeo Ducoli
 
   

Gian Luigi Enny
Gian Luigi Enny
 "Composizione"
 
   

Gian Luigi Enny
 
Un particolare
Gian Luigi Enny
 Un particolare
 
   

Gian Luigi Enny
Cesare Fumagalli
 
   

Cesare Fumagalli
Cesare Fumagalli
 
   

Cesare Fumagalli
Cesare Fumagalli
 
   

Cesare Fumagalli
Cesare Fumagalli
 
   
 

Cesare Fumagalli
Cesare Fumagalli
 
   

Cesare Fumagalli
Cesare Fumagalli
 
   

Cesare Fumagalli
Cesare Fumagalli
 Un particolare
 
   

Cesare Fumagalli
 Un particolare 
Cesare Fumagalli
 Un particolare 
 
   
 

Carlo Maria Galli
  "Attesa"
Carlo Maria Galli
 "Catena montuosa"
 
   

Carlo Maria Galli
 
"Altopiano"
Carlo Maria Galli
 "Babylon"
 
 
   
 

Carlo Maria Galli
 
"Composizione"
Carlo Maria Galli
  Un particolare
 
   
 

Carlo Maria Galli
  Un particolare
Carlo Maria Galli
  Un particolare
 
   
 

Carlo Maria Galli
  Un particolare
Carlo Maria Galli
  Un particolare
 
   
 

Ettore Gardini
  "Promessa di vita"
Ettore Gardini
  "All'alba"
 
 

Carlo Laghi
  "Brezza mattutina"
Carlo Laghi
  Toyama-ishi
 

Carlo Laghi
  "Notturno"
Carlo Laghi
  "Grotta"
   

Carlo Laghi
  "Altopiano"
Ulisse Maccaferri
  Astratta
 
   

Ulisse Maccaferri
Ulisse Maccaferri
 "Meditazione"
 
 
   

Ezio Piovanelli
Ezio Piovanelli
 
 
   

Ezio Piovanelli
Primangelo Pondini
 
"Segnatempo"
 
 
   

Primangelo Pondini
 "Squarci d'infinito"
Danilo Pretolani
 "La grotta del drago"
 
 
   
 

Luciana Queirolo
 
Luciana Queirolo 
 
   

Luciana Queirolo
 
Luciana Queirolo 
 
   

Luciana Queirolo
 
Luciana Queirolo 
Luciana Queirolo
 
   

Renzo Rabitti
"La fortezza"
Renzo Rabitti 
"Picco"
 
   

Renzo Rabitti
"Cobra" 
Roberto Rampazzo
 
   

Roberto Rampazzo
"Monte Baldo"
Roberto Rampazzo
"La torre"
 
   

Roberto Rampazzo
"Preistorico"
Laura Redini
"Grotta"
 
   
 

Laura Redini
"Cascata"
Laura Segna
Pietra disegnata
 
   
 

Laura Segna
Laura Segna
"Rifugio"
 
   

Lorenzo Sonzini
 "Capanna"
Piero Torsani
 "Olimpo"
 
   
 

Attilio Valdifiori
"Dolci colline"
Attilio Valdifiori
 Toyama-ishi
 
   

Club ABC di Castelfranco
Club ABC di Castelfranco
 
   

III Mostra Kokoro-No Ten 2013

Ercolano, Napoli
Villa Campolieto
22-24 Febbraio 2013


III MOSTRA KOKORO-NO BONSAI TEN 2013
"Esposizione Bonsai dell’anima ,della mente, e del cuore"



Resoconto a cura di Daniela Schifano
 
In una collocazione di eccezione, Villa Campolieto ad Ercolano, si è svolta la terza edizione della Mostra Nazionale “Kokoro-No Bonsai Ten 2013  di Bonsai e Suiseki : esposizione dell’anima, della mente e del cuore“,  organizzata dagli amici del Napoli Bonsai Club.
Il Presidente del Club, Antonio Acampora, ha tenuto a spiegare la nascita ed il significato del termine Kokoro, che si sviluppa poi nel tema della mostra : coniato dal maestro Hideo Susuki, vuole indicare l'unione tra mente, anima e cuore, in Giappone rappresentabile con un unico carattere, appunto 'Kokoro', e che in pratica "definisce gli atteggiamenti ed i comportamenti di chi si dedica al bonsai"

 
  L’evento, che ha avuto il patrocinio della Regione Campania, del Comune di Ercolano e di importanti associazioni nazionali come l'UBI, l'IBS, il BCI, l' AIAS e la NBSKE, si è svolta negli antichi saloni di Villa Campolieto, una delle residenze settecentesche costruite dai nobili borbonici, situata alle falde del Vesuvio lungo il famoso Miglio d'Oro ed affacciata sul golfo di Napoli. Bonsai e suiseki in concorso hanno trovato posto nelle sale riccamente affrescate, mentre all'ingresso i Visitatori erano accolti da sei sosakukazari, una esposizione creativa di bonsai, suiseki, calligrafie ed ikebana.
Ogni esposizione è stata preparata nei minimi particolari, partendo da un tema principale, l'arrivo della primavera Cinque bonsai ed un suiseki sono stati quindi abbinati ad una calligrafia, realizzate da Daniela Di Perna oppure ad un ikebana, realizzati da Maria Domenica Castrì. 
 
   

Il ginepro sabina di Sandro Segneri è stato abbinato ad un haiku di Matsuo Basho, il cui kigo di primavera chiare cascate è riportato nella calligrafia realizzata dalla maestra Daniela Di Perna in stile Gyosho-Sosho.



 

Il suiseki di Daniela Schifano, una pietra isola, è stato abbinato ad  un haiku di Tachibana Hokushi, il cui kigo di  primavera persa nella nebbia ha un richiamo nell'ikebana di Maria Domenica Castrì, raffigurante la nebbia che avvolge l'isola, mentre il bocciolo di pesco ricorda sia la primavera imminente sia l'immortalità.

 

Il sopraggiungere della primavera è annunciato dal bocciolo della camelia dell'ikebana, realizzato in un vaso raku appoggiato ad una piccola stuoia di canne, per indicare l'ambiente acquatico in prossimità del quale vive il ginepro itoigawa di Matteo Testa.


Un programma ricco di spunti di grande interesse ha accompagnato le giornate di mostra : 
  • la lavorazione in diretta di Tiberio Gracco di un vaso da shitakusa è stata accompagnata dalla conferenza di Massimo Bandera sull'estetica dei vasi e delle erbe di compagnia ;
  • Luciana Queirolo ha confrontato alcune scuole giapponesi sul difficile e controverso argomento della esposizione di un suiseki;
  • Antonio Acampora ha tenuto una coinvolgente conferenza sulla coltivazione e sulla scelta delle erbe di compagnia ;
  • le dimostrazioni in simultanea delle scuole bonsai Bonsai Creativo School e la Scuola Bonsai del Mediterraneo ;
  • il laboratorio e la dimostrazione di calligrafia “Shodo” con esposizione di opere a cura della Sig.ra Daniela Di Perna;
  • la dimostrazione ed il laboratorio di ikebana, a cura della Sig.ra Maria Domenica Castrì Ransui, della scuola Sogetsu;
  • la conferenza di Luca Bragazzi sull'incremento della clorofilla e della funzione fotosintetica in alberi bonsai.
 
  I suiseki in concorso erano sedici, era inoltre esposta fuori concorso la pietra di Geppino Mauriello "Lo squalo".
Il giudice unico della manifestazione, la sig.ra Luciana Queirolo,  presidente A.I.A.S. ed istruttore I.B.S., ha assegnato i premi offerti dal Napoli Bonsai Club. Ha inoltre selezionato le pietre per la targa A.I.A.S., per la targa I.B.S. e per la targa assegnata dal Bonsai Suiseki Magazine,  mentre Massimo Bandera ha assegnato la targa B.C.I..
Infine, il team di ItalianSuiseki ha selezionato la pietra per la propria targa di merito. 
 

 

 
I suiseki in mostra  
 

 

1° Premio Suiseki 
Targa  Kokoro-No Bonsai Ten 2013
Daniela Schifano
Pietra Disegnata - Mon' yo -seki
"Trame di rami, scintille di luce"
Vietnam
 
   

 

Menzione di Merito
Targa  Kokoro-No Bonsai Ten 2013
Fabrizio Buccini
Pietra Montagna - Yamagata-ishi
Liguria
 
   

 

Menzione di Merito
Targa  Kokoro-No Bonsai Ten 2013
Targa B.C.I.
Laura Monni
Pietra Isola - Shimagata-ishi
"Magia a Sesel"
Liguria
 
   

 

Targa A.I.A.S.
Cosimo Pepe
Pietra Oggetto - Sugata -ishi
"Yurikono yume - Il sogno di Giulia"
Liguria
 
   
 

 

Targa I.B.S.
Daniela Schifano

Pietra Isola - Shimagata -ishi
"Sulle rotte di cielo e di mare"
Liguria
 
   
 

 

Premio Bonsai Suiseki Magazine
Premio ItalianSuiseki
Geppino Mauriello

Pietra Montagna - Yamagata-ishi
Liguria
 
   
 

 

Raffaele Cacace

Pietra Montagna - Yamagata-ishi
"Gaugamela : inizio e fine di grandi re"
Liguria
 
   
 

 

Giuseppe Cordone

Pietra Oggetto - Sugata-ishi
"Donna fugata"
Sicilia
 
   
 

 

Paco Donato

Pietra Montagna - Yamagata-ishi
Liguria
 
   

 

Giuseppe Filocamo
 
Pietra Tunnel - Domon-ishi
 
   

 

Filippo Lanfranchi
 
Pietra Oggetto - Dobutsu-seki
"La saggezza senza tempo"
 
   

 

Antonio Marino
 
Pietra Isola  - Shimagata-ishi
 
   

 

Antonio Marino
 
Pietra Oggetto  - Sugata-ishi
 
   

Geppino Mauriello
Fuori concorso

Pietra Oggetto  - Dobutsu-seki
"Lo squalo"
Liguria
 
   

 

Ninh Huu Hiep

 
Pietra Lago  - Tamari-ishi
Vietnam
 
   

Umberto Ziniti

Pietra Montagna - Yamagata-ishi
"Percorrendo valli inesplorate"
 
   

 

Umberto Ziniti

Pietra Montagna - Yamagata-ishi
"Il labirinto del monte sacro"
 

Sul XVI Congresso A.I.A.S. 2013

Il Presidente Luciana Queirolo ci comunica location e date del prossimo Congresso A.I.A.S :

"E' con grande piacere che posso annunciare la piena disponibilità della gent.ma famiglia Franchi ad ospitare il XVI°Congresso AIAS edizione 2013 presso la sede di Via Lucchese, 159 • Ponte all'Abate • Pescia • Pistoia, nel fine settimana del 21-22 di settembre.
Maggiori dettagli verranno forniti in seguito."

 

 

15° Mostra Bonsai & Suiseki del coordinamento Emilia Romagna - San Marino

24 e 25  Novembre 2012
 
15° Mostra Bonsai & Suiseki

del coordinamento

Emilia Romagna - San Marino

   
 Resoconto a cura di Carlo Laghi
   



L’appuntamento annuale del C.E.R.S.M., previsto inizialmente a settembre a Ferrara, causa terremoto è slittato a fine novembre organizzato dal club Romagna Bonsai in quel di Rimini.

Questo rinvio ha permesso, ai visitatori, di osservare le piante e in particolare le caducifoglie nella loro veste invernale: la mancanza di foglie, inesorabilmente ha messo a nudo e in evidenza il più piccolo difetto.

   
         
 

Erano presenti 8 bonsai club e 2 scuole bonsai per un totale di 39 piante e 27 pietre (il club di casa ha inoltre presentato 16 tra bonsai e suiseki dei soci). Ai club era concesso di presentare a concorso 4 piante e 2 pietre ciascuno: noi del club di Forlì, avendo parecchi appassionati specialmente di pietre, siamo ricorsi alle primarie e nelle pietre Claudio Villa e Primangelo Pondini sono risultati i partecipanti a concorso.

 
  Il lavoro mi ha permesso di partecipare, ed essere presente, solo nella giornata di domenica. Appena arrivato ho visionato le pietre, le piante, gli allestimenti, gli spazi lavorazione e conferenza, la segreteria: stiamo parlando della sala posta al 1° piano nel palazzo dell’Arengo che dà su piazza Cavour in pieno centro storico; sala dalle notevoli capacità, lunga 38 mt e larga 14,50 mt.

Per l’occasione sono stati sistemati tavoli per 90 mt lineari, ma erano disponibili da montare ulteriori 10 mt lineari: vi rendete conto, una sala contenente 100 spazi espositivi pieni di pietre, in un prossimo congresso Aias ??
 
Gli ambienti della mostra
 
   
         
   
         
   
La segreteria   Lo spazio conferenze   Lo spazio per le lavorazioni
   
Il coordinamento regionale è riservato ai club e ai loro soci della regione e mai mi sarei aspettato di incontrare la socia A.I.A.S. Laura Monni, cittadina romana qui a Rimini.
Avevo promesso al socio Aias Remo Cavalli, organizzatore dell’evento, che avrei presenziato ad una conferenza e avrei parlato delle mie esperienze in campo suisekistico e ciò ho fatto.
 
Il concorso "Talento Regionale"     Il ... relatore della conferenza
   
  Finita la conferenza, io e gli altri soci Aias, abbiamo accolto e scambiato chiacchiere con il sig. Hong e sua figlia Miyuen (coreani che vivono a Milano che già ci avevano fatto visita a Mondo Bonsai 2011 a Gonzaga).

Avevano portato 7 pietre, di cui a mio avviso 4-5 notevoli, e nel pomeriggio abbiamo discusso di queste pietre  per un paio d’ore.

Torneranno a farci visita a Mondo Bonsai 2013 a Gonzaga.
   
 Le pietre dell'amico Hong
 
   
         
   
 
   
         
     
 
 
L’A.I.A.S. ha concesso il patrocinio a questo evento in quanto il club Romagna Bonsai è regolarmente iscritto all’Associazione, la presenza di consiglieri e soci anziani ha permesso di assegnare la targa messa a disposizione: per non trovare discussioni, si è deciso di escludere pietre, anche superiori, dei soci A.I.A.S. ed è risultata assegnataria della targa la pietra paesaggio di Valerio Perdonà.
 
I soci Aias, Remo Cavalli e Claudio Villa, consegnano la targa Aias alla signora Perdonà.       La pietra vincitrice della Targa A.I.A.S.
 
Il numeroso pubblico ha scelto quale preferita il paesaggio “Cime tempestose” di Claudio Villa, già vincitore del trofeo Aias 2006. Riassumendo per la cronaca i vincitori :
Per il suiseki :

1° Claudio Villa con un paesaggio
2° Renzo Rabitti con un paesaggio
3° Primangelo Pondini con un paesaggio
Targa Aias a Valerio Perdonà
Premio del Pubblico a Claudio Villa
Per il bonsai :

1° Remo Cavalli con un carpino coreano
2° Davide Cardin con un olmo campestre
3° Fernando Poli con un acero
Targa UBI a Davide Cardin
Targa IBS a Roberto Semprini
Memorial Faitanini del club RSM a Stefano Frisoni
Talento regionale CERSM a Enrico Masini
Premio del Pubblico a Spazio Bonsai
  Le targhe  
 
 

Il socio Aias, Remo Cavalli, riceve la targa quale 1° classificato bonsai a concorso con un carpino coreano.

 
         
Da parte mia ringrazio l’amico ed organizzatore, assieme al suo club, di avermi coinvolto in questa ben riuscita manifestazione.
Carlo Laghi
I suiseki in mostra

 

Alberto Barduzzi

"Arcana"

Alberto Barduzzi
"Io sono il cuore"
 

Rolando Calanca

"Paesaggio"

Rolando Calanca
 
"Picco innevato"
 

Flavio Catrani

"Verso il futuro"

Flavio Catrani
 "Montagne rocciose"
 

Remo Cavalli

Remo Cavalli
 "Mammuth"
 

Remo Cavalli

"Presenza inquietante"

 

Ettore Gardini
"Il tempo.. sole acqua vento"
Ulisse Maccaferri
 "Astratta"

 

Ulisse Maccaferri
 Pietra Paesaggio

Ulisse Maccaferri
 Pietra oggetto

 

Ulisse Maccaferri
 
Pietra Paesaggio

Ulisse Maccaferri
 
Pietra oggetto

 

Laura Monni

"Magia a Sesel"

Leo Mugellesi
 "Civetta"
 

Leo Mugellesi

 "Montagna"

Valerio Perdonà
 Targa AIAS
"Isola"

Maria Petillo

 "Disgelo"

Maria Petillo
"Il leone"
 

Primangelo Pondini
3° Premio
"Squarcio di infinito"

Renzo Rabitti
2° Premio
"Grotta degli amanti"
 
 

Renzo Rabitti

 "Geisha"

Daniele Rinaldi
"Santa Maria (All'alba di un nuovo mondo)"
 

Piero Torsani

Piero Torsani
 

Claudio Villa
1° Premio

"Tracce di rosso tramonto"

Claudio Villa
 
Premio del Pubblico
"Cime tempestose"
 
 
 
 

 

 
 

Carlo Laghi racconta la 9a Mostra – Rassegna Suiseki “Castello di Cusercoli”

 View of Cusercoli Castle

11 e 18  Novembre 2012
 
9^ Mostra Rassegna Suiseki "Castello di Cusercoli"

Castello di Cusercoli - (Forlì - Cesena)

Resoconto a cura di Carlo Laghi

   

Scriveva il poeta “ Cristo si è fermato a Eboli”, il Trofeo A.I.A.S. invece, si è fermato a Cusercoli.

Per noi soci, appassionati e tutta la comunità cusercolese è stata una grandissima soddisfazione: personalmente sono doppiamente contento, oltre ad avere collaborato nella costruzione del daiza, lo posso vedere tutti i giorni perché si è fermato nel mio condominio... no, non sono io il vincitore del Trofeo ma l’amico Attilio Valdifiori.

Esilaranti le battute degli amici in occasione della cena, al ristorante “ La Picina” specialmente del socio Aias Vincenzo Ziliotti, parmense ma romagnolo di adozione

Vi ricordo che la rassegna era stata concepita per divulgare il verbo del Suiseki, solo negli ultimi anni è diventata una passerella dove i soci Aias del club di Forlì, tra i quali 4 cusercolesi, presentavano alla cittadinanza i “pezzi” dell’anno, premiati e non alle varie mostre.

Nella giornata di domenica 11 novembre, ci è venuto a trovare e a visionare la mostra, l’amico, nonché socio Aias, Cesare Fumagalli venuto in Romagna, ospite di Ettore Gardini, per uno “stage” sulle roverelle autoctone.

Per finire due parole sull’amico Ulisse Maccaferri: è sempre un piacere rivedere ed ospitare un vecchio amico nonché maestro : fu lui che ci iniziò a questa arte e per questo gli saremo sempre grati e riconoscenti.

Per la cronaca Ulisse ha scelto quali migliori pietre:

Toyama-ishi, pietra paesaggio di Attilio Valdifiori

Monaco Zen”, pietra oggetto di Ettore Gardini

Segnatempo”, pietra biseki di Primangelo Pondini

Inoltre ha menzionato:

Kannon, pietra oggetto di Primangelo Pondini

La tela del ragno”, pietra disegnata di Carlo Laghi

Domenica 11 novembre il pubblico aveva scelto quale preferita:

Tracce di rosso tramonto”, pietra paesaggio di Claudio Villa.

Novità non ce ne sono state se non un progetto, una idea, fotografare le pietre esposte con un sistema di ripresa più professionale e visto che il lavoro è stato fatto dallo scrittore di Haiku Alberto Barduzzi… se son rose fioriranno

Arrivederci al prossimo anno, sarà la 10° edizione, penso e spero, un grande appuntamento

Carlo Laghi
I suiseki in mostra

I suiseki presentati da Alberto Barduzzi
 

"Tremonti" 

"Isola nera"
 

"Arcana"

 

I suiseki presentati da Renzo Elespini
 

"Capanna"

"Isola"
 

I suiseki presentati da Ettore Gardini

"Monaco Zen" 

Migliore pietra oggetto

"All'alba"
 

  I suiseki presentati da Carlo Laghi

"Emiro"

"La tela del ragno"
Menzione di merito

 

"Tornando a casa"

"Tornando a casa"
Un particolare
 

"Ed è subito autunno"

"Ed è subito autunno"
Un particolare
 

I suiseki presentati da Primangelo Pondini

Sugata-ishi

"Segnatempo"
Migliore  pietra biseki
 
 

"Squarcio d'infinito"

Kinzan-seki
 

"Kannon"
Menzione di merito

 

I suiseki presentati da Danilo Pretolani

"Capanna"

"Contessa"

 

I suiseki presentati da Attilio Valdifiori

 

Toyama-ishi
Migliore pietra paesaggio

 

I suiseki presentati da Claudio Villa
 

"Insieme per sempre
sotto il  chiaro di luna"

"Tracce di rosso tramonto"
 

"Impressioni di settembre"

"Impressioni di settembre"
Un particolare
 

"Impressioni di settembre"

Un particolare

"Impressioni di settembre"
Un particolare

I suiseki presentati da Vincenzo Ziliotti

"Nuances"

"Piccolo drago"


Le nuove pagine dedicate al 15° Congresso A.I.A.S. - Edizione 2012

Si è tenuto a Bondeno di Gonzaga il 15° Congresso Nazionale dell'A.I.A.S..

Troverete  immagini e notizie sulla manifestazione alle seguenti pagine :


Si avvisano i gentili Visitatori che per ragioni di spazio le pagine dedicate al Congresso A.I.A.S. 2010 saranno disponibili nella pagina "Rispolverando vecchie foto".

La Crespi Cup 2012 : 10° Raduno Internazionale di Bonsai e Suiseki

Parabiago (Milano)
dal 14 al 23 Settembre 2012

Crespi Cup 2012

10° Raduno Internazionale di Bonsai e Suiseki

Testi e foto di Daniela Schifano

Quest'anno, l'edizione della Crespi Cup 2012, che si svolge ogni due anni a Parabiago organizzata dalla famiglia Crespi, è stato un evento da non mancare. Giunta alla sua decima edizione, mai come questa volta la manifestazione ha offerto per dieci giorni una non-stop a tutto tondo di eventi, incontri, workshop e conferenze sulle arti orientali, dall'ikebana al sumo, dalla cucina all'origami,, dal sumi-e alla lavorazione della carta e dei tessuti. L'affascinante mondo del bonsai e del suiseki, che attira comunque un pubblico esigente, diventa l'occasione per conoscere in modo più approfondito il mondo orientale.
Molti gli ospiti internazionali intervenuti : dai grandi maestri cinesi, Mr. Chuangang Liu e Mr. Jiuwei Huang, che hanno presentato lavorazioni particolari come lo stile ventoso ed il penjing, a Gudrun Benz, che ha presentato una conferenza sulla estetica giapponese nel bonsai e nel suiseki, in memoria del marito Willi Benz, a Chiara Padrini, che ha effettuato un giro di commenti sui suiseki in mostra.
 
Nel pomeriggio del sabato sono riuscita ad assistere alla conferenza di Gudrun Benz, che dagli anni '80, insieme al marito Willi Benz, si è dedicata con passione al bonsai e al suiseki, contribuendo alla stesura di libri ed articoli. La conferenza era incentrata sui principi dell'estetica giapponese applicati al bonsai e al suiseki ed era dedicata alla memoria di Willi, purtroppo mancato lo scorso anno. La signora Benz sarà l'ospite d'onore del prossimo Congresso AIAS, dove sarà chiamata all'impegnativo compito di giudice.  
 

 

Per gli appassionati più esigenti, inoltre, la mostra di kakejiku curata dal socio AIAS Lorenzo Sonzini ha fornito l'occasione imperdibile di ammirare circa venti antichi rotoli del periodo Edo, databili quindi tra il 1603 ed il 1868.

Ovviamente, la mostra-concorso di bonsai e di suiseki resta il grande richiamo della manifestazione. Quest'anno poi l'esposizione è stata organizzata in un nuovo padiglione molto elegante ed accogliente.

I suiseki in mostra erano 37, di cui molti presentati da soci AIAS intervenuti numerosi. Tra essi, al suiseki del socio Angelo Attinà, una pietra a figura umana già premiata al Congresso ESA 2011, è stato conferito il prestigioso BCI Excellence Award.
A destra, il nutrito gruppo di soci AIAS presenti nella giornata di chiusura della mostra : Ezio Piovanelli, Cesare Fumagalli, Alberto Barduzzi, Amedeo Ducoli, Felice Colombari, Daniela Schifano, Lorenzo Sonzini e Giuseppe Cordone. Presenti con le loro pietre i soci Claudio Villa, Carlo Vanni ed il già citato Angelo Attinà.  

Poichè le pietre erano esposte anonime, possiamo citare i nomi dei proprietari solo per coloro di cui abbiamo riconosciuto la pietra. Siamo comunque a disposizione di chi riconoscendo il proprio suiseki volesse pubblicare il proprio nominativo. Le classificazioni sono quelle indicate nei cartellini esposti alla mostra.
  Concludo questa breve relazione con le immagini di un momento in cui insieme a Lorenzo Sonzini ho abbandonato le ponderose riflessioni sulla estetica giapponese per giocare al samurai ed alla geisha.... succede anche questo alla Crespi Cup !  
 Il sig. Jiuwei Huang, giudice unico supportato dal sig. Luigi Crespi, ha così scelto le pietre che si sono aggiudicate i premi in palio :
 
1° Classificato e vincitore del Trofeo Crespi Suiseki Cup 2012
Chiara Padrini

Yamagata-ishi
Pietra a montagna
Mountain stone

 
2° Classificato
Igor Carino

Doha-ishi
Pietra a pendio
Slope stone

 
3° Classificato
Silvano Provasi

Dobutsu-seki
Pietra a forma di animale
Animal shape stone

 
Menzione di Merito
Giorgio Rosati

Toyama-ishi
Pietra a forma di pietra montagna in lontananza
Distant mountain stone

 
BCI Excellence Award
Angelo Attinà

Sugata-ishi
Pietra a forma umana
Human shape stone

 
Le altre pietre in mostra
 
 
Giuseppe Cordone
Socio AIAS
Domon-ishi

Pietra con galleria
Tunnel stone
  Felice Colombari
Socio AIAS

Kinzan-seki

Pietra a forma di montagna in veduta ravvicinata
Near-view mountain stone
 
Amedeo Ducoli
 Socio AIAS

 Iwagata-ishi

Pietra a roccia costiera
Coastal rock stone
  Cesare Fumagalli
 Socio AIAS
Keisho-seki

Pietra a forma di oggetto
Object  stone
 
 
Ezio Piovanelli
Socio AIAS
Taki-ishi

Pietra con cascata
  Waterfall stone
  Daniela Schifano
Socio AIAS
Shimagata-ishi

Pietra con isola
Island stone
 
 
Lorenzo Sonzini
Socio AIAS

Taki-ishi
Pietra con cascata
Waterfall stone
  Carlo Vanni
Socio AIAS
Kinzan-seki

Pietra a forma di montagna in veduta ravvicinata
Near-view mountain stone
 
 
 
Claudio Villa
Socio AIAS
Rempo-seki

Pietra a forma di catena montuosa
Mountain range stone
  Fabrizio Buccini

Sugata-ishi

Pietra a forma umana
Human shape stone
 
 
Luca Zeni

Kinzan-seki

Pietra a forma di montagna in veduta ravvicinata
Near-view mountain stone
  Franco Mauri

Yamagata-ishi

Pietra a forma di montagna
Mountain stone
 
 
Carlo Gori

Iwagata-ishi

Pietra a roccia costiera
Coastal rock stone
  Anna Maria Amato

Kinzan-seki

Pietra a forma di montagna in veduta ravvicinata
Near-view mountain stone
 
 
Fabrizio Beltrame

Toyama-ishi

Pietra a forma di pietra montagna in lontananza
Distant mountain stone
 
Jean Claude Febb

Sugata-ishi
Pietra a forma umana
Human shape stone
 
 
Toyama-ishi
Pietra a forma di pietra montagna in lontananza
Distant mountain stone
  Yagata-ishi
Pietra a capanna
Hut stone
 
 
Kinzan-seki
Pietra a forma di montagna in veduta ravvicinata
Near-view mountain stone
  Sugata-ishi
Pietra a forma umana
Human shape stone
 
 
Dobutsu-seki
Pietra a forma di animale
Animal shape stone
  Yadori
Pietra con rifugio
Shelter stone
 
 
Yamagata-ishi
Pietra a forma di montagna
Mountain stone
  Jeong-ya Seok
Pietra coreana - Riviera Nam Han
Korean stone - Coast Nam Han
 
 
Sugata-ishi
Pietra a forma umana
Human shape stone
  Dolgore Seok
Pietra coreana
Korean stone
 
 
Sugata-ishi
Pietra a forma di Daruma
Daruma shape stone
  Shimagata-ishi
Pietra con isola
Island stone
 
 
 
Yamagata-ishi
Pietra a forma di montagna
Mountain stone
  Doha-ishi
Pietra a pendio
Slope stone
 
 
Yamagata-ishi
Pietra a forma di montagna
Mountain stone
  Yamagata-ishi
Pietra a forma di montagna
Mountain stone
 
 

Condividi contenuti