Mostra e Congresso A.I.A.S. - Edizione 2017

 
 

7 - 8 Ottobre 2017

 
Mostra Nazionale di Suiseki

Palazzo Arese Borromeo - Cesano Maderno
XX Congresso Nazionale A.I.A.S. Edizione 2017   

       

Testi di Daniela Schifano - Foto di Carlo Laghi

Photo Gallery Pietre Premiate (richiede Flash Player)                
 

Quest'anno l'A.I.A.S. ha celebrato un importante traguardo : vent'anni insieme, fatti di incontri, amicizie, pietre e purtroppo anche di addii. Forse per questo, il nostro Presidente Luciana Queirolo, uno fra i nove Soci Fondatori, ha sentito il peso di questi vent'anni insieme, ricordando con commozione chi non c'è più : il socio fondatore Angelo Attinà e coloro che sono stati amici e ospiti d'onore,  Willi Benz e Felix Rivera. E non può essere casuale, quindi, la presenza ancora una volta come ospite d'onore, relatore e giudice di Gudrun Benz, moglie del compianto Willi Benz, che tante volte ha presieduto ai nostri Congressi. Una presenza importante, quella di Mrs. Gudrun, non solo per la sua indiscussa preparazione nell'arte del suiseki, che la vede partecipe alla vita internazionale come membro ESA, BCI e NSA, ma soprattutto come un segnale di "andare avanti per ricordare e per essere ricordati". 

Può sembrare un caso, ma ascoltando la lettera di Felix Rivera scritta nel 2013 e che informa della diagnosi della sua malattia, la Sla, letta da Luciana nel corso dell'Assemblea dei Soci, troviamo parole che ribadiscono questo concetto dando il senso del nostro Ventennale : "Non mi concentro sul futuro ma sul presente ed amo guardare i suiseki che mi legano a voi, non siate tristi ma guardate avanti". Indietro, per non dimenticare la strada percorsa perchè questa è il valore aggiunto alla nostra passione, ma soprattutto avanti, perchè "il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi.". Quest'anno, la richiesta di rinnovamento si è potuta esprimere anche durante due momenti salienti : le elezioni degli organi sociali e l'Assemblea dei Soci, l'organo in cui si forma e si esprime la volontà sociale.

 

La sede che ha ospitato le nostre pietre era quest'anno particolarmente prestigiosa : il Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno, un'antica dimora seicentesca che dopo anni di incuria con  l'acquisizione da parte dell'Amministrazione Comunale è risorta a nuova vita, aprendosi al pubblico come sede di mostre e concedendo spazi all'Università San Raffaele. Il club ospitante Bonsai do Groane ha fatto il resto, mettendoci  a disposizione allestimenti di grande impatto, per dimensioni e numero, un gran senso dell'ospitalità, gentilezza e disponibilità : un ringraziamento sentito va dunque al suo Presidente, Claudio Triacchini, ai Soci tutti che hanno lavorato per gli allestimenti, ed ai membri dell'Amministrazione Comunale, che hanno creduto nel progetto di portare i suiseki  nelle splendide sale barocche del Palazzo. Ed un grazie particolare lo riserviamo anche al nostro socio Ezio Piovanelli, membro del club organizzatore, che si è fatto promotore del progetto.

     
La facciata del Palazzo,semplice e rigorosa, caratterizzata da un andamento dei volumi articolato su più livelli e dalla presenza della torre a pianta ottagonale.   L'elegante e leggera Loggia al primo piano,  unica in Lombardia
 

Il giardino all'italiana

 

Qualche immagine del piano nobile, con le sale  splendidamente affrescate
   
 
  A sinistra, uno degli affreschi nella Stanza detta del Castello ubicata al piano nobile,  che prende il nome da uno dei 4 dipinti. Il dipinto eseguito circa nel 1660 rappresenta il Castello Sforzesco di Milano nell'aspetto che possedeva durante la dominazione spagnola.  
 
Alcune delle sale della mostra : la grandezza dell' uomo ospita la grandezza della Natura
   
 
 
   
    Il tokonoma di benvenuto, allestito dalla Scuola Suiseki do Groane    
Un pò di numeri : 68 le pietre esposte da 45 Soci, di cui 29 Pietre Paesaggio, 17 Pietre Oggetto, 7 Espositori Multipli, 8 Pietre da Ammirare e 7 Pietre Biseki/Pietre Disegnate. Il singolo spazio espositivo era lungo 180 cm ed ha permesso ai Soci di scegliere fra esporre un'unica pietra, magari con l'appropriato kakejiku, oppure due pietre.
Delle 68 pietre presentate,  6 erano fuori concorso : questa possibilità viene scelta da alcuni Soci per poter presentare e "far rivedere" pietre che hanno vinto nelle passate edizioni un premio A.I.A.S. e che quindi da regolamento sono escluse dai successivi Congressi. L'esposizione fuori concorso permette di poter inserire la pietra nel prestigioso Catalogo. Dal passato, allora, due presentazioni fuori concorso di Carlo Laghi.
"Canne al vento", pietra disegnata premiata nella categoria Biseki nel 2004 a Parabiago.
     
"La via dell'acqua", esposizione multipla premiata nel 2008 ad Alberobello.

L'inaugurazione si è svolta alla presenza del Sindaco Maurilio Ildefonso Longhin, dell'Assessore alla Cultura Silvia Boldrini  e del presidente del Club Bonsai do Groane Claudio Triacchini.  L'intervento del giudice Gudrun Benz ha voluto sottolineare la gioia nel ritrovarsi di nuovo insieme ai soci A.I.A.S. ed ha voluto anticipare il metro di giudizio con cui da sempre giudica le pietre : grande attenzione alla esposizione, oltre che alla qualità del suiseki.

   
Da sinistra, l'Assessore alla Cultura Silvia Boldrini, il presidente del club Bonsai do Groane Claudio Triacchini ed il Sindaco Maurilio Ildefonso Longhin  
Con Luciana Queirolo e Gudrun Benz

  I Soci ascoltano

 

A seguire, si è svolto l'incontro  con Massimo Bandera, dedicato all'approfondimento dei valori estetici giapponesi. Formare la sensibilità estetica, è il primo passo. La scuola Keido, la più famosa e raffinata in Giappone, ha teorizzato l'esposizione classica in tokonoma ma anche una esposizione più creativa, come nel caso del tokonoma che Massimo ha allestito, dove una pietra trovata nel nostro Po viene abbinata ad un rotolo cinese molto lungo, dal profondo significato ma che a causa delle sue misure non potrebbe mai essere appeso nel modo classico. Mettendolo sul piano del tavolo se ne possono apprezzare invece le qualità attenuando nel contempo il peso ottico di un oggetto così ingombrante. Nel contempo, lo sfondo alle spalle della pietra lasciato libero aumenta la sensazione di vuoto. Il rotolo rapprsenta la storia degli Otto Immortali , i  leggendari esseri della mitologia cinese.  Il percorso, dall'applicazione delle regole fino ad arrivare ad una espressione artistica personale più svincolata, parte sempre dallo studio, ma poi arriverà il momento in cui saremo pronti in una esposizione a manifestare il nostro personale gusto estetico.

   
Il rotolo inizia a destra con la frase di benvenuto "Gli Immortali vi salutano" di buon augurio verso i partecipanti al Congresso
 
 

Nel pomeriggio di sabato, si è svolta poi la conferenza di Gudrun Benz, che ha proiettato le immagini di moltissime pietre, prima cinesi e poi giapponesi, dando molto spazio a due degli eventi più importanti del 2017 : la mostra della Nippon Suiseki Association a Tokyo e la Convention Mondiale del Bonsai svoltasi ad Aprile a Saitama, in Giappone.

Dalla proiezione, sono emersi due mondi solo apparentemente distanti perchè collegati dalla meravigliosa e infinita varietà di forme e materiali che la Natura può donarci.

Nella mia cronaca, siamo arrivati alla cena di gala, durante la quale si sono svolte le premiazioni e la divertente lotteria, in cui i Soci mettono a disposizione dei più fortunati qualche oggetto dalle loro collezioni. Oltre al prestigioso Trofeo ed ai premi A.I.A.S. di categoria, sono stati assegnati il premio  I.B.S., la targa Patrocinio U.B.I. e il B.C.I. Excellence Award for Suiseki, a giudizio rispettivamente  dell'istruttore I.B.S. Ezio Piovanelli, dell'istruttore delegato U.B.I. Luciana Queirolo e dei Directors B.C.I. presenti Gudrun Benz e Massimo Bandera.  Ecco qualche foto dei premiati,sicuramente soddisfatti.
 
   

Gudrun Benz premia Claudio Villa, per la sua pietra vincitrice del Trofeo A.I.A.S.

  Carlo Laghi ritira il premio per Attilio Valdifiori per la migliore Pietra Paesaggio
  Renzo Perfumo riceve il premio per la migliore
Pietra Oggetto
         
   
Premio per il migliore Espositore Multiplo a Claudio Nuti
  Sergio Bassi ritira il premio
per  la migliore Pietra da Contemplare
  Primo Premio nella Categoria Biseki-Pietre Disegnate a  Giuseppe De Vita
         
   
Cesare Fumagalli ... fa il bis : la sua pietra paesaggio viene premiata con la Targa U.B.I. dal giudice Luciana Queirolo e con l'Excellence Award for Suiseki dai giudici Gudrun Benz e Massimo Bandera
  Ulisse Maccaferri ritira il premio IBS, giudice Ezio Piovanelli

La domenica mattina abbiamo potuto seguire i commenti di Gudrun Benz, che ha voluto motivare il suo giudizio sulle pietre premiate. Inoltre, è poi stata a disposizione di chi ha desiderato il suo giudizio sulla propria pietra, perchè è anche molto importante imparare per migliorare.
 

  Mrs. Gudrun, con la traduzione in tempo reale di Vito Di Venere, ha commentato con dovizia di particolari la qualità della pietra ma soprattutto della esposizione, per lei molto importante : l'appropriato dipinto, in armonia con la stagione,  ed il suo posizionamento, l'uso corretto dell'elemento di accompagnamento, le sue proporzioni con la pietra e la sua posizione nello spazio espositivo.  
A riguardo ha sottolineato che "esso non deve mai essere troppo lontano dal tavolo, per dare continuità alla storia che insieme raccontano".

Nel primo pomeriggio, sono iniziate le votazioni e a seguire le operazioni di spoglio delle schede, effettuate dalla Commissione Elettorale costituita dai soci Prudentino, Del Fico e Vanni. I Soci votanti (40 presenti più 9 deleghe) hanno rieletto quasi all'unanimità come Presidente Luciana Queirolo.  E’ stato inoltre rinnovato il Consiglio Direttivo A.I.A.S.: diamo il benvenuto ai  due nuovi Consiglieri, Laura Monni e Lorenzo Sonzini, che insieme a Laghi, Maccaferri, Schifano e Scafuri compongono il nuovo Consiglio Direttivo. Nel contempo, l'A.I.A.S.  ringrazia il Consigliere uscente Marino Nikpal, per il lavoro svolto per tanti anni a favore dell'Associazione. Infine, il Consiglio Direttivo entrante, presieduto da Luciana Queirolo ha così assegnato le cariche sociali : Lorenzo Sonzini Vicepresidente, Ulisse Maccaferri Tesoriere e Daniela Schifano Segretario. A tutti si augura un proficuo lavoro !


   
Le operazioni di voto
L'Assemblea dei Soci ha ribadito il volere della maggioranza di procedere ad una diminuzione dei premi. Dopo un vivace dibattito, l'Assemblea ha votato per mantenere il Trofeo A.I.A.S. ed il solo Primo Premio per categoria, aggiungendo tre Menzioni di Merito, da scegliere fra tutte le pietre esposte.

Quello del 2018 sarà quindi un Congresso importante, perchè ci vedrà alle prese con una importante prova di maturità. La sede sarà Firenze, il club ospitante gli amici dell'ATABS di Firenze, la location .. un merletto di vetri e ghisa, lo splendido Tepidarium Roster, le date il 13 e 14 Ottobre, il giudice l'amico Thomas Elias : guardiamo già avanti, per migliorare e maturare insieme.

 Daniela Schifano

Concludo come sempre con un doveroso inchino... il classico riconoscimento alla pietra vincitrice del Trofeo A.I.A.S. 2017, che è stato assegnato ad una pietra paesaggio di origine italiana, presentata dal socio Claudio Villa.

Trofeo A.I.A.S. 2017
 

"Il lato oscuro della montagna"

Pietra paesaggio

di Claudio Villa